Presepe napoletano: l’arte della tradizione

presepenapoli5

Il presepe napoletano è una rappresentazione della nascita di Gesù che è ambientata nella Napoli del Settecento. Questa è un’arte che si è mantenuta oggi inalterata per secoli, divenendo parte delle tradizioni natalizie più consolidate e seguite della città. Famosa a Napoli, infatti, è la via dei presepi, via san Gregorio Armeno, che offre una vetrina di tutto l’artigianato locale sul presepe. Sono tanti anche i musei nei quali sono esposti storici pezzi o intere scene. Il primo presepio a Napoli è datato 1025 e si trovava nella Chiesa di S. Maria del presepe. Oggi grandi presepi vengono allestiti in tutte le principali chiese e tanti napoletani lo allestiscono nelle proprie case. Il presepe non è più solo un simbolo religioso, ma uno strumento descrittivo, identificativo della comunità di appartenenza.

Il presepe napoletano è un veicolo di identificazione della gente napoletana e antesignano del realismo che ha caratterizzato le rappresentazioni teatrali e cinematografiche napoletane. Inoltre sono presenti mostre permanenti e negozi artigiani, che permettono di comprare e costruire il presepe personale come si vuole. I maestri artigiani costruiscono, oltre alle classiche statuette, pastori raffiguranti personaggi moderni del mondo dello sport, della politica o dello spettacolo, come ad esempio Totò, Pulcinella, ma anche Berlusconi, Monti e Obama. In molti luoghi della Campania ci sono associazioni e gruppi di persone che ogni anno ripetono il rituale: agli inizi di novembre infatti iniziano la costruzione di presepi all’aperto che invitano a visitarli durante una passeggiata. Esistono anche esposizioni che vengono allestite proprio in quel periodo.