Pesca sportiva permesso gratuito modulo online

1

Il 31 Gennaio del 2011, è stato pubblicato all’interno della Gazzetta Ufficiale della Repubblica, un decreto relativo alla pesca ovvero il decreto Mipaaf relativo alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, decreto che fa riferimento alla pesca ricreativa in mare. Il suddetto decreto è rivolto a tutti i cittadini risiedenti sul suolo italiano e che hanno intenzione di praticare questa forma di intrattenimento, i quali dovranno innanzitutto effettuare un’iscrizione ad una specie di “Registro di Pesca”.
Andiamo ad analizzare nello specifico come funziona e cosa comporta l’iscrizione a questo censimento rivolto alla pesca ricreativa in mare. Tutti coloro che hanno intenzione di fare pesca sportiva all’interno dei mari italiani, dovranno innanzitutto emettere una comunicazione attraverso un semplice documento di carta, direttamente in rete, accedendo al portale Mipaaf, inserendo i propri dati anagrafici, la tipologia di pesca praticata e la regione di riferimento.

Suddetta comunicazione dovrà essere custodita con attenzione, in quanto in caso di controlli delle Autorità preposta, rappresenterà la vostra autorizzazione; in caso di mancato adempimento della comunicazione, si avrà un tempo massimo di dieci giorni per registrarsi all’interno del “Registro di Pesca”, è fondamentale sottolineare il fatto che tale documentazione non rappresenta assolutamente una licenza di pesca. Per poter avere accesso al tesserino che vi darà la possibilità di partecipare a manifestazioni di pesca sportiva, non dovrete fare altro che accedere al portale Politiche Agricole, all’interno del quale dovrete andare a cliccare sulla voce “applicazione pesca sportiva permesso gratuito” e completare il processo di registrazione, inserendo il nome ed il cognome del soggetto interessato alla pratica della pesca ricreativa, o in alternativa il nome e l’indirizzo dell’ associazione a cui si fa capo, sarà necessario inoltre inserire un indirizzo email, ed una password necessaria per l’accesso al portale.

Una volta portato a compimento l’intero processo di registrazione, riceverete all’interno della casella email che avrete inserito all’atto di registrazione, una comunicazione dal Ministero dell’Agricoltura all’interno del quale troverete un link che dovrete cliccare per poter confermare e completare gli ultimi passi dell’iscrizione. Una volta cliccato il link verrete rimandati ad una pagina Web che vi permetterà finalmente di stampare l’attestato in formato PDF