Nerf, da Hasbro: giocare alla guerra in tutta sicurezza

N

Se io vi dicessi Nerf, sapete di cosa stare parlando? No? Bene. I tizi della Hasbro, precisamente un anno fa, hanno prodotto delle armi giocattolo. Ma non per i bambini. O almeno, non solo per bambini. In tutta Italia e nel resto dell’Europa si sta diffondendo la Nerf Mania, gruppi di ragazzi si impossessano di vecchi casolari, di giardini o di scantinati, si dividono in due squadre e giocano a fare la guerra! Nerf è l’acronimo di “Non-Expanding Recreational Foam”, in italiano Schiuma Non Espandibile Ricreativa, perchè le Nerf sono delle armi giocattolo, fatte con dovizia di particolari, colorate a maneggevoli, caricate di proiettili di spugna. Durante una battaglia, quando le due squadre sono a confronto, se un giocatore spara all’altro, il proiettile si attacca all’indumento grazie al particolare tipo di materiale da cui è composto, poi si stacca, si ricarica, ed il gioco continua. A voi tocca solo la scegliere le armi e dettare le regole.

Le armi si chiamano blaster e coprono una vastissima gamma di modelli. Si dividono in tre grandi gruppi: Nerf N-Strike, Nerf Dart Tag e Nerf Super Soaker. Il primo racchiude tutte quelle armi che si ispirano alle armi vere, come ad esempio pistole, fucili, mitragliatori e fucili di precisione. Il secondo gruppo vede armi semplici e bersaglio, come se fosse un vero poligono di tiro; il terzo gruppo, invece, racchiude pistole ad acqua, alcune anche con il mirino. I prezzi di questi gioiellini non sono proibitivi, anzi, si va dai 10€ fino ad 80€ e la scelta è veramente infinita. In Italia non tutti i negozi di giocattoli le hanno, ma basta collegarsi al sito della Hasbro ed ordinarle, oppure vedere qual’è il negozio più vicino a voi.

Se vi siete incuriositi e volete saperne di più, la community NerfItalia conta centinaia di iscritti e  vi da la possibilità di vedere video e fare domande, e magari partecipare anche a qualche battaglia!