Hobby e musica, suonare la chitarra da autodidatta

Mani-su-chitarra[1]

La musica è una cosa importante nella vita di tutti noi e la chitarra è lo strumento che maggiormente viene scelto dai ragazzi in età adolescenziale. Basti pensare ai grandi chitarristi come Jimy Hendrix, B.B. King o Eric Clapton. Sulla scia di questi miti molti giovani decidono di imparare a suonarla. Capita che, o per mancanza di tempo, o per pigrizia una volta acquistata rimane in un angolo della casa a prendere polvere. Ci sono dei modi, però, che possono aiutare a prendere dimestichezza con questo strumento. Uno di questi è quello da autodidatta. Prima di decidere di riprenderla in mano bisogna capire a che livello si vuole arrivare.

Se si vuole saper suonare la chitarra per puro hobby è necessario cominciare ad usare scale cromatiche. Per farlo non è poi così difficile: si parte dal primo tasto fino al quarto con le rispettive dita, 1°indice, 2° medio e così via, avanti e indietro. Questo esercizio è molto utile per iniziare a sciogliere i tendini della mano. Quindi una delle cose da fare, prima di aprire un libro di canzoni, è quella di imparare a saper mettere le note, magari le più semplici come le classiche do, re, mi, fa, sol, la, si. In questo modo è possibile fare un po’ di pratica.

Non bisogna spaventarsi se all’inizio farà un po’ male la mano, è una cosa normale, un rito di passaggio per chi vuole apprendere. In un secondo momento si può iniziare a suonare qualcosa di semplice con l’uso di libri per dilettanti. Un sito molto utile per chi è alla prime armi è dienneti.it. Una guida che suggerisce tutti gli step da fare per acquistare familiarità con questo strumento. Se, più in là, si è convinti di voler approfondire questa disciplina, la cosa migliore è andare a lezione da un maestro. Non c’è nulla di più bello che una suonata tra amici.