Hobby da collezione, non abusatene troppo

1

Sono tantissime le persone nel mondo che per passatempo o passione scelgono di collezionare vari tipi di oggetti come, francobolli, figurine, cartoline, ed altri oggetti di varia natura, ma dai risultati di uno studio psicologico è emerso che l’abitudine di collezionare oggetti può causare nei soggetti che praticano questo tipo di hobby, vere e proprio forme di ossessioni compulsive, che possono causare in casi estremi anche disturbi psichici e psicologici. Lo studio è stato condotto dalla dottoressa Francisca Lòpez Torrecillas, specializzata ed esperta delle terapie per i disturbi psichici e della personalità.

Secondo il pensare comune collezionare oggetti invece può essere un modo per scaricare le proprie tensione, e cercare di distrarsi dall’opprimente quotidianità, anche perché collezionare oggetti può essere un modo per socializzare e fare nuove amicizie, quindi utile anche dal punti di vista del sociale. Secondo gli studi condotti dalla dottoressa sopra citata, il collezionismo potrebbe accostarsi ad una vera e propria forma di dipendenza, che soprattutto in età adolescenziale può creare seri problemi, soprattutto per i genitori interessati. La colpa di questa malsano modo di fare secondo la dottoressa Francisca Lòpez Torrecillas, sarebbe delle campagne di marketing, che troppo spesso in maniera sin troppo invasiva invitano ad acquistare oggetti di varia tipologie e natura, creando in alcuni casi vere e proprie forme di dipendenza.

In questo ultimo periodo una delle dipendenze in costante aumento è quella tecnologica, che causa negli interessati la smania compulsiva di acquistare costantemente i titoli tecnologici più esclusivi ed innovativi. Bisogna sottolineare il fatto che secondo gli esperti il collezionismo resta una pratica positiva solo ed esclusivamente se viene praticato come Hobby, solo in questo modo può diventare veicolo di svago e di socializzazione.