Hasbro: la settimana del gioco in scatola dal 12 al 20 novembre

564px-Hasbro_logo_new

Un’iniziativa divertente, quella lanciata da Hasbro, che dal 12 al 20 novembre promuove “La Settimana del gioco in scatola”, un progetto che vede coinvolte 100 città, 100 locali, 50 scuole, 50 oratori e 10 università, con l’obiettivo di far riscoprire agli italiani l’importanza del gioco in scatola e la valenza educativa che questo ha sui bambini. Monopoli, Trivial Pursuit, Cluedo, Indovina Chi, Forza 4, Taboo, Twister, sono solo alcuni dei protagonisti di questa settimana tutta dedicata all’entertainment, impare-giocando. A questi si aggiungono anche i nuovi arrivati come Boogle Flash, Cranium eTriominos. Hanno aderito all’iniziativa i comuni di Milano, Torino, Catania, Venezia, Roma e L’Aquila ma non mancano le partecipazioni di città minori. Anche il mondo scolastico ha accolto questo evento con molto entusiasmo aderendo alla proposta di inventare il gioco in scatola del futuro.

“Creatività in scatola”, questo è il titolo del concorso a cui stanno partecipando circa 50 scuole, che attraverso diversi elementi di base come un tabellone, dei dadi e delle pedine stanno cercando di creare un vero e proprio gioco in scatola. Un modo per stimolare la fantasia e la creatività dei ragazzi. La scuola, vincitrice della prima edizione, è l’istituto “A. Manzoni”, scuola primaria “G. Ghirotti” di Creazzo (Vi), che ha ideato Divertiland, un enorme parco dei divertimenti con giostre e circhi con lo scopo di insegnare ai bambini i numeri decimali e allo stesso tempo divertirsi. Un progetto interessate soprattutto per i ragazzi che sempre di più si allontanano dal mondo reale per abbracciare quello virtuale. Non che sia una cosa negativa la possibilità di essere stimolati dai diversi mezzi ma, a volte, tornare alle cose classiche può risultare utile ai fini di un apprendimento maggiore e più pratico.