Come leggere la mano: un hobby interessante!

posizione e lettura 240811-anteprima-400x268-455218

La Chiromanzia è l’arte del leggere la mano a scopi divinatori e affonda le proprie radici in una delle tradizioni astrologiche più antiche e celebrate, quella indiana, e si divide in chirologia che è lo studio delle linee e del palmo della mano e chirognomia che è lo studio della forma della mano.

Si tratta di una pseudoscienza i cui risultati non sono mai stati verificati. Ecco quali sono i principi guida di questa disciplina. Per cominciare la mano ha dei segni caratteristici che sono considerati interessanti per la chirologia. Inoltre non è vero che ad essere rilevante per la lettura della mano è solo la mano sinistra.

Anche la mano destra ha la sua valenza, ma mentre quest’ultima è attiva e rivela le potenzialità del soggetto di modificare il proprio destino, la mano sinistra è passiva, si limita ad indicare quale sarà il destino di una persona. Le linee principali della mano sono tre: Vita, Testa e Cuore. La linea della vita va sempre letta dall’alto al basso e non indica la longevità di una persona.

Se è marcata, lunga e priva di interruzioni indica che il soggetto è destinato ad un’esistenza serena e felice, se invece è breve, poco evidente e con diverse biforcazioni, indica una vita piena di ostacoli, intralci, brusche virate. La linea della testa indica la forza di volontà e le capacità intellettuali.

Più la linea è lunga più il soggetto avrà delle opinioni ferme, il carattere deciso e il pensiero intenso. Una linea breve è indice di superficialità e leggerezza. Se la curva della linea è pronunciata indica intuito e fantasia, se è retta indica capacità logica. La linea del cuore indica tutte le relazioni affettive e la storia emozionale del soggetto. Più la linea è profonda, più i sentimenti sono appassionati e tenaci; se è posizionata molto in alto in prossimità delle dita indica un eccessivo controllo delle emozioni ed una tendenza all’egoismo.