Collezionare Barbie anni 80: dove trovarle?

black-barbie

La Barbie è sempre stata, fin dalla sua nascita negli anni 70, la bambola per eccellenza delle bambine. Un prototipo a cui ogni ragazzina voleva assomigliare. Lunghi capelli biondi, labbra rosse dal sorriso smagliante, occhi brillanti ed un principe azzurro al suo fianco: il mitico Ken. Nel corso degli anni questa piccola donna ha subito molti cambiamenti, dalla pettinatura fino ad arrivare al fisico, oggi leggermente più tondo. Una delle serie maggiormente ricercate, in questo momento, è quella delle Barbie anni 80. Il make up molto vistoso tanto da imitare la rock star di quel periodo è stato uno dei segni distintivi che la caratterizzavano. Non a caso il boom economico ha portato la Mattel a produrre le Barbie Superstar destinate alle più piccoline.

La novità di questo periodo, inoltre, è la costruzione di Barbie orientale e di colore, un passo che ha anticipato la globalizzazione. La Blue Rapsody, fatta in porcellana nel 1986 è considerata invece la prima Barbie da collezione, rara tutt’ora da trovare. Oggi, infatti, i più affezionati a questa bambola particolare sono aumentati tanto che non è sempre semplice scovarle in giro, a meno che non ci siano in mercatini dell’antiquariato o addirittura da vecchi rigattieri. Per fortuna la rete è un buon mezzo su cui poter recuperare alcuni modelli di quel decennio, soprattutto quelli da collezione. Per chi invece ha avuto la bella idea e la fortuna di conservare nella propria soffitta una di quelle che non è da collezione può sempre personalizzarla colorandole o tagliandole i capelli. Anche se la particolarità è quella di avere una Barbie da poter rispolverare tra i ricordi d’infanzia.